Comunicati stampa

Un nuovo report mostra che i termostati intelligenti sono il modo più conveniente e scalabile per ridurre le emissioni delle case nell'ondata di ristrutturazioni Green Deal dell'UE

Il nuovo report della società di consulenza Gemserv evidenzia che i termostati intelligenti sono 10 volte più efficaci in termini di costi per 100 euro spesi per la riduzione delle emissioni di CO2 e rispetto alle alternative come fotovoltaico solare, pompe di calore e isolamento.

Monaco di Baviera, Germania - 21 ottobre 2021 - Con il riscaldamento e il raffreddamento delle abitazioni che rappresentano il 21% del consumo energetico dell'UE, il parco immobiliare europeo deve essere urgentemente decarbonizzato al fine di ridurre le emissioni del 55% entro il 2030 e raggiungere lo zero netto.

Per realizzare questi obiettivi e ridurre le emissioni di CO2, sono stati riservati circa 600 miliardi di euro nei fondi Green Deal dell'UE. La decarbonizzazione è una sfida enorme per i governi di tutta Europa, e qualsiasi spesa deve essere utilizzata in modo efficace ed efficiente per non incorrere in costi più elevati per il contribuente [2].

Un nuovo report prodotto dalla società di consulenza Gemserv ha esaminato i quattro metodi più comuni per diminuire l’impronta di CO2 nelle case in Europa e ha scoperto che, rispetto al fotovoltaico, alle pompe di calore e all'isolamento, i termostati intelligenti rappresentano una soluzione più conveniente per la decarbonizzazione in base al costo iniziale e all’anidride carbonica risparmiata.

In media, basandoci sui dati forniti da oltre 1 milione di termostati collegati, un termostato intelligente di tado° consente di risparmiare il 22% dell'energia utilizzata nelle case di tutta Europa. Se tutte le case europee fossero dotate di questi dispositivi, le emissioni totali di anidride carbonica in Europa potrebbero diminuire del 4,75%, un contributo notevole all'obiettivo europeo di riduzione dei gas a effetto serra del 55% da raggiungere entro il 2030.

Secondo tado°, il costo per implementare i termostati intelligenti in tutte le case europee sarebbe di circa 40 miliardi di euro, o il 6,67% del costo totale stanziato per il Green Deal europeo. Ottenere la stessa riduzione del 4,75% delle emissioni attraverso altre infrastrutture sarebbe molto più costoso; le pompe di calore, tra le migliori alternative, richiedono dieci volte l'investimento necessario per i termostati intelligenti per un totale di 432 miliardi di euro, 2,25 trilioni di euro per l'isolamento, 2,81 trilioni di euro per il solare fotovoltaico, una parte considerevole dei fondi di investimento dell'UE.

IT Annual%20Carbon%20Saving

Il report sottolinea anche che, affinché l'UE raggiunga i suoi obiettivi per le emissioni di CO2, queste misure devono lavorare in sinergia. Le pompe di calore, l'isolamento e il solare fotovoltaico sono tutti metodi riconosciuti di riduzione delle emissioni per il futuro, e ognuno giocherà un ruolo importante nel raggiungimento dell'obiettivo di zero netto del 2050 e nella decarbonizzazione di ogni singola casa.

"Il riscaldamento a basse emissioni di anidride carbonica, la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili e il rinnovamento del materiale isolante degli edifici giocheranno tutti un ruolo chiave nella riduzione delle emissioni delle famiglie. Tuttavia, questo report dimostra che i termostati intelligenti offrono rendimenti finanziari consistenti, mentre riducono le emissioni di anidride carbonica - unica tra le quattro tecnologie che abbiamo analizzato" dice Christopher Lewis, analista economico di Gemserv.

Christian Deilmann, co-fondatore e CPO di tado°, leader nella gestione intelligente del clima domestico, dice: "Il Green Deal europeo deve riconoscere questi risultati e usare saggiamente il proprio budget per fare una vera differenza a livello internazionale. I termostati intelligenti offrono chiaramente l'uso più efficiente dei fondi dei contribuenti"

E prosegue: "Se i responsabili politici incentivassero l'adozione dei termostati intelligenti come hanno fatto per altre misure, le case sprecherebbero meno energia e il nostro obiettivo zero netto sarebbe raggiunto molto prima e a costi inferiori".

Il report è stato esaminato dal dottor Tim Forman, professore di sostenibilità dell'Università di Cambridge, che dice: "I termostati intelligenti mostrano un potenziale molto interessante per ridurre la domanda di energia, riducendo così le relative emissioni di carbonio, come dimostrano le ipotesi dello studio".

Con basse barriere d'ingresso e grazie alla facilità d'uso, tado° chiede ora ai politici, ai governi e alle autorità di regolamentazione che si occupano degli edifici di riconoscere questo studio e di introdurre incentivi governativi per i termostati intelligenti. Questo passo sarebbe in linea con l'onda di rinnovamento del Green Deal europeo e potrebbe notevolmente aiutare a promuovere l'adozione dei termostati intelligenti.

Per leggere il report: www.tado.com/energy-efficiency. Per ulteriori informazioni sui termostati intelligenti e i relativi benefici visitare il sito www.tado.com.


1 Fonte: Decarbonisation of Heat: Why it Needs Innovation, 18 March 2020 2 Un terzo dei 1.800 miliardi di euro di investimenti del piano di ripresa NextGenerationEU, senza includere il bilancio settennale dell'UE che finanzierà anche l'European Green Deal. Fonte: https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/european-green-deal_en


Per saperne di più su Gemserv

Gemserv è un fornitore esperto di servizi professionali in un mondo guidato da dati e dalla tecnologia. È un'azienda purpose-driven, che opera in più settori, tra cui l'energia, il settore pubblico e quello della salute, per affrontare le sfide sociali e ambientali di oggi. L'azienda fornisce consulenza e capacità di outsourcing per permettere ai mercati di funzionare, per aiutare le organizzazioni a sfruttare il potere della trasformazione digitale e per garantire che i dati delle persone siano protetti al meglio e utilizzati in modo etico. www.gemserv.com

Per saperne di più su Dr. Tim Forman

Dr. Tim Forman (BA MSc PhD) è ricercatore associato presso il Centro per lo sviluppo sostenibile del Dipartimento di Ingegneria e professore di sostenibilità presso l'Università di Cambridge. La ricerca, l'insegnamento e il background professionale del dott. Forman sono focalizzati sulla progettazione, la costruzione e la ristrutturazione di edifici e il miglioramento della sostenibilità e della resilienza nelle costruzioni, considerando le condizioni climatiche attuali e future.

Per saperne di più su tado°

tado° è il leader europeo nella gestione intelligente del clima domestico. Essendo l'unica piattaforma cross-manufacturer, i termostati intelligenti e i servizi di tado° si connettono con qualsiasi tipo di sistema di riscaldamento o raffreddamento. I clienti beneficiano di tecnologie di risparmio energetico come Geofencing e il Rilevamento della Finestra Aperta, così come della diagnostica del riscaldamento a distanza. Fondata a Monaco di Baviera nel 2011 e con 180 dipendenti, tado° rimodella il modo in cui l'energia viene consumata per un maggiore comfort, risparmio e benessere a casa. www.tado.com/it/

Contatto stampa:

MY PR – 02 54123452 Elena Vittoria Pugliese, elenavittoria.pugliese@mypr.it Arianna Bonfioli, arianna.bonfioli@mypr.it